Blog

Agostino Bonalumi. Arte e Plasticità

Agostino Bonalumi

 

Se si pensa all’arte di Agostino Bonalumi si pesa alla plasticità. Questa nasce dalle forme e dai colori utilizzati dall’artista all’interno delle proprie opere. La capacità dell’artista era quella di rendere tridimensionale il materiale utilizzato, attraverso un gioco di rilievi affascinanti. La volontà dell’artista era quella di rompere gli standard pittorici tradizionali. Attraverso l’uso di luci e ombre Agostino Bonalumi cambia il punto di vista originario invertendo la direzione delle normali sorgenti di luce. I materiali su cui era solito creare Bonalumi e di cui prendono forma le serie di opere tra gli anni 60 e 70 del ‘900, sono molteplici. La materia su cui lavorava aveva un significato intrinseco da non sottovalutare in quanto ogni supporto su cui l’opera prende forma è un supporto di primaria importanza.

Agostino Bonalumi, Ambienti

Agostino Bonalumi, blu abitabile, 1967
Agostino Bonalumi, blu abitabile, 1967

«L’opera di Agostino Bonaluni non è pittura, non è scultura, non è architettura, ma ha l’artisticità di pittura, scultura ed architettura»

Giulio Carlo Argan 1974

L’evoluzione dell’arte di Agostino Bonalumi vede la chiave di volta nelle opere Ambienti. Nel 1967 l’artista si cimenta nel Blu abitabile per la mostra “Lo spazio dell’immagine”, a Foligno; nel 1968 è la volta del Grande Nero, per la mostra personale al Museum am Ostwall, Dortmund. Fondamentale in ambito internazionale la fama dell’opera di Agostino Bonalumi Struttura modulare bianca, presentata per la prima volta nella sala personale alla XXXV Biennale d’Arte di Venezia del 1970, un’installazione composta da una serie di moduli che si innalzano verso l’alto. Nel 1979, nell’ambito della mostra “Pittura Ambiente” a Palazzo Reale di Milano l’opera Dal giallo al bianco e dal bianco al giallo, dove l’ambiente agisce sullo spettatore in maniera fisica e psicologica.

Agostino Bonalumi, Grande Nero, 1968

 

Agostino Bonalumi: Quotazioni, Prezzi e Battute d’Asta

Le opere di Agostino Bonalumi sono oggi molto ricercate in tutto il mondo nel campo dell’arte contemporanea. Assieme alle opere di Lucio Fontana, Piero Manzoni ed Enrico Castellani è uno dei protagonisti delle “Italian sales” di Londra. Le Opere di Bonalumi sono state battute dalle più importanti Case d’Aste come Sotheby’s e Christie’s. Oggi possiamo trovare di Agostino Bonalumi quotazioni e stime delle sue opere d’arte in netta crescita. Nell’aprile 2014 si tenne a Milano la seconda edizione della Milan Modern and Contemporary di Christie’s. Agostino Bonalumi fu un protagonista di questa edizione realizzando all’interno delle aste un totale di 9.8 milioni di euro. Proprio in questa occasione si registrò il record mondiale di aggiudicazione dell’artista. L’Opera di Agostino Bonalumi Blu del 1969 fu battuta ad una quotazione finale di 404.400 € battendo la stima iniziale di 70.000-100.000 €.

Richiedi per le opere di Agostino Bonalumi quotazioni  e prezzi e, se interessato ad un’opera in particolare, contattaci e faremo il possibile per trovare l’opera più adatta a te!

Chiamaci al numero 02.80886294

o scrivici all’indirizzo email  [email protected]

Did you like this? Share it!