Blog

Haring e Amelio, tra NY e Napoli

lucio amelio
lucio amelio
Lucio Amelio, al retro un’opera di Keith Haring

 

Oggi vi presentiamo uno straordinario Portfolio di 30 Litografie firmate e numerate da Keith Haring!

Lo street artist più famoso d’america  ha collaborato fin dai primissimi anni ’80 con il gallerista poliedrico, amante di teatro, musica, cinema, avendo avuto esperienze egli stesso da attore. Legatissimo alla sua terra, il gallerista ha portato Haring a Napoli, capitale “energetica” per lui. Nel 1983 hanno collaborato alla realizzazione di 30 litografie in bianco e nero che rappresentano iconicamente l’arte dello street artist Americano.

Copertina del Portfolio, firmato, numerato e datato da Haring
Copertina del Portfolio, firmato, numerato e datato da Haring.   “La ragione per cui il bebè è diventato il mio logo o la mia firma è che si tratta dell’esperienza più pura e positiva dell’esistenza umana

Il portfolio, stampata da Amelio Editore in Napoli nella litografia “La buona stampa” di Ercolano in soli trecento esemplari e in concomitanza con l’esposizione presso la Galleria Lucio Amelio a Napoli, ha l’intento di portare un pò di New York nella capitale Partenopea.

Lo stesso Amelio dirà in un intervista rilasciata il 12 Dicembre 1985, che Parigi ha perso la sua nominia di capitale dell’arte al contrario di NY e della stessa Napoli.

Litografia, firmata, numeratta e datata da Keith Haring, 1983
Litografia, firmata, numerata e datata da Keith Haring, 1983

 

Nelle opere di Keith Haring non è raro trovare, come nell’opera  appena mostrata, riferimenti espliciti agli abusi sessuali, un tema molto caro all’artista e tra le battaglie che nella sua vita ha combattuto più duramente.

Per nulla facile la sua arte tocca temi sociali importanti, traghettati da “segni, simboli, icone, che per la loro stessa natura veicolano un messaggio chiaro, semplice, immediatamente intellegibile e in un certo senso universale. I suoi bebè raggianti, gli angeli volteggianti, i cuori di colore rosso vivo e i cani che abbaiano sono della stessa attualità oggi rispetto a venti o trent’anni fa”.

La Popular ARt, arte per tutti, è stata capita prima di tutti da Amelio, che ha il merito di aver portato un vero artista nella penisola, prima della sua consacrazione nel 1985 alla Biennale di Parigi e prima che l’artista aprisse il suo Pop Shop a NY!

 

 

Did you like this? Share it!

0 comments on “Haring e Amelio, tra NY e Napoli

Comments are closed.