Toni Costa

Acquisto o vendita di opere alla corretta quotazione

Prezzi, quotazioni e battute d'asta delle opere di Toni Costa

COMPRARE UN'OPERA D'ARTE O VENDERLA GENERA I SEGUENTI TIMORI

  • il prezzo sarà congruo? 
  • avrò una adeguata privacy? 
  • le certificazioni e la provenienza dell'opera sono corrette? 
  • avrò problemi con trasporti, assicurazioni e transazione finanziaria?

Deodato Arte pone al primo posto la trasparenza, in quanto non ha fretta di crescere ulteriormente, ma ha necessità di crescere grazie a te. L'azienda ha uno stretto regime di privacy e di protezione dei dati,  solamente una persona seguirà il rapporto con te.

Compila il form indicando cosa stai cercando o cosa vorresti vendere.

Se non vuoi essere ricontattato e vuoi solo il report quotazioni gratuito è sufficiente che tu scriva "solo report"

Deodato Salafia
fondatore di Deodato Arte e deodato.com

Modulo per ricevere SUBITO il report con quotazioni asta





Biografia di Toni Costa

Toni Costa è un importante esponente dell’Arte Cinetica e per un periodo della sua carriera, lavorerà a stretto contatto con Alberto Biasi nel Gruppo N.

Toni Costa nasce a Padova nel 1935, dove cresce e studia, e nel 1959 sarà uno dei co-fondatori di uno dei gruppi più importanti di Arte Cinetica e Programmata, insieme a Biasi, Massironi e Landa: il Gruppo N di Padova.

Gli artisti di questo gruppo si definiscono disegnatori sperimentali, senza alcun particolare legame con programmi, tendenze o stili.

Questo gruppo tenne la prima mostra collettiva organizzata a Padova, con il titolo Nessuno è invitato a intervenire ( nella quale Costa fu partecipe) avviene nel 1960, che voleva invitare in modo provocatorio gli spettatori a non partecipare alla manifestazione.

Nel 1961, sempre insieme al Gruppo N, partecipa alla mostra “Art Abstrait Constructif International” organizzata alla Galleria Denise René di Parigi e alla Biennale di Zagabria.

In questi anni Toni Costa inizia differenti sperimentazioni.

Queste opere fanno parte della ricerca sulla rappresentazione della luce, del spazio e del tempo. Tra queste possiamo trovare le serie logiche ed anche le Dinamiche Visuali

Il legame con questo gruppo sarà molto importante nella vita dell’artista perché gli darà modo di farsi conoscere alle gallerie, al pubblico e al mercato grazie a diverse esposizioni.

A Toni Costa vengono dedicate anche delle mostre personali:

  • 1969 – Galleria Waddel di New York
  • 1973 – Galleria Lorenzelli di Milano.

Le Opere di Toni Costa

Le opere di Toni Costa, grande esponente dell’Arte Cinetica e Programmatica degli anni sessanta, hanno alla base una serie di ricerche indirizzate verso la percezione visiva in funzione di esperimenti ottico-cinetici.

L’artista Toni Costa si preoccupa di dar vita ad una nuova definizione dell’arte che comprende non solo la pittura ma anche scultura, architettura e prodotto industriale.

Molte opere di Toni Costa vengono realizzate collettivamente dall’artista e i colleghi del Gruppo N nel rifiuto della individualità personale.

Sono opere cinetico-visive, di grande impatto frutto di sperimentazioni collettive.

Ricordiamo la serie delle Dinamiche visuali realizzate tra l 1966 ed il 1967, si tratta per lo più di rombi o altre forme geometriche di grandi dimensioni realizzati per lo più utilizzando colori primari ed effetti visivi.

Toni Costa: Quotazioni, Prezzi e Battute d’Asta

Le opere dell’artista Toni Costa si possono trovare esposte nei più famosi musei del mondo, tra cui il MoMa ed il Brooklyn museum di New York ed il MUMOK di Vienna.

Apprezzati anche per il collezionismo privato, le opere di toni Costa vengono vendute dalle più importanti case d’asta nel mondo.

Tra le battute d’asta più alte è possibile trovare di Toni Costa Quotazioni che si aggirano intorno ai 40000 – 60000 € per Alternazione Visuale del 1963, ma ci sono anche opere con prezzi e stime meno significativi.

 —