Pietro Annigoni

Acquisto o vendita di opere alla corretta quotazione

 

Prezzi, quotazioni e battute d'asta delle opere di Pietro Annigoni

 

COMPRARE UN'OPERA D'ARTE O VENDERLA GENERA I SEGUENTI TIMORI

  • il prezzo sarà congruo? 
  • avrò una adeguata privacy? 
  • le certificazioni e la provenienza dell'opera sono corrette? 
  • avrò problemi con trasporti, assicurazioni e transazione finanziaria?

Deodato Arte pone al primo posto la trasparenza, in quanto non ha fretta di crescere ulteriormente, ma ha necessità di crescere grazie a te. L'azienda ha uno stretto regime di privacy e di protezione dei dati,  solamente una persona seguirà il rapporto con te.

Compila il form indicando cosa stai cercando o cosa vorresti vendere.

Se non vuoi essere ricontattato e vuoi solo il report quotazioni gratuito è sufficiente che tu scriva "solo report"

Deodato Salafia
fondatore di Deodato Arte e deodato.com

Modulo per ricevere SUBITO il report con quotazioni asta





Biografia di Pietro Annigoni

Pietro Annigoni nasce nel 1910 a Milano da una famiglia benestante.

Durante gli anni del ginnasio passa molto tempo nella Biblioteca Ambrosiana per studiare i disegni di Leonardo.

Successivamente Pietro Annigoni si trasferisce con la famiglia a Firenze, dove termina il liceo.

Lì frequenta la Scuola del Nudo e si iscrive all’Accademia delle Belle Arti.

In questo periodo Annigoni stringe amicizia con personalità importanti del mondo dell’arte e della cultura, tra le quali spicca lo scultore Mario Parri.

Oltre alla sua vasta cultura, anche i viaggi e le passeggiate in campagna influenzano enormemente le opere di Pietro Annigoni, permettendogli di cogliere il lato più profondo e sensibile della natura.

Nel 1930 espone le sue opere per la prima volta in una mostra collettiva a Firenze.

Nel 1932, invece, allestisce la prima mostra individuale a Palazzo Ferroni e vince il premio Trentacoste.

Nel 1936 Pietro Annigoni pittore fa la prima mostra a Milano, che suscita sia lodi che critiche.

Continua la sua passione per i viaggi e visita diverse volte la Germania, perché attratto dalla pittura rinascimentale nordica.

Assieme a un gruppo di artisti, firma nel 1947 il Manifesto dei “Pittori Moderni della Realtà” che esprime la volontà di distaccarsi dall’informale per difendere il figurativo.

In quegli anni attorno all’artista Pietro Annigoni si forma un vera e propria scuola di tipo rinascimentale, frequentata da diversi artisti.

Tra le sue opere più importanti ci sono i ritratti della famiglia reale inglese e di altri personaggi famosi, tanto che Pietro Annigoni è soprannominato il pittore delle regine dalla stampa.

Eppure i suoi soggetti preferiti sono persone comuni, come famoso ritratto di Cinciarda, il barbone che frequentava il suo studio a Firenze.

Da non dimenticare gli affreschi di Annigoni nell’Abbazia di Montecassino, nel Convento di San Marco a Firenze, nella Chiesa del Santo a Padova.

In queste opere Annigoni ripropone la tradizione rinascimentale in chiave moderna.

Pietro Annigoni muore nel 1988 a Firenze.

Le Opere di Pietro Annigoni

 —