Joseph Beuys

Acquisto o vendita di opere alla corretta quotazione

Prezzi, quotazioni e battute d'asta delle opere di Joseph Beuys

COMPRARE UN'OPERA D'ARTE O VENDERLA GENERA I SEGUENTI TIMORI

  • il prezzo sarà congruo? 
  • avrò una adeguata privacy? 
  • le certificazioni e la provenienza dell'opera sono corrette? 
  • avrò problemi con trasporti, assicurazioni e transazione finanziaria?

Deodato Arte pone al primo posto la trasparenza, in quanto non ha fretta di crescere ulteriormente, ma ha necessità di crescere grazie a te. L'azienda ha uno stretto regime di privacy e di protezione dei dati,  solamente una persona seguirà il rapporto con te.

Compila il form indicando cosa stai cercando o cosa vorresti vendere.

Se non vuoi essere ricontattato e vuoi solo il report quotazioni gratuito è sufficiente che tu scriva "solo report"

Deodato Salafia
fondatore di Deodato Arte e deodato.com

Modulo per ricevere SUBITO il report con quotazioni asta





Biografia di Joseph Beuys

L’Artista Joseph Beuys, pittore e scultore tedesco è uno dei rappresentanti della corrente concettuale nell’arte della seconda metà del Novecento e uno dei più anticonformisti degli ultimi decenni.

Beuys nasce nel 1921 e durante la sua adolescenza aderisce al nazismo entrano nella Gioventù Hitleriana.

Con lo scoppio della 2ª guerra mondiale decide di arruolarsi nell’aviazione, diventando anche sergente.

Durante lo scontro con i russi Joseph Beuys rimane ferito, ma grazie ad dei nomadi tartari riesce a salvarsi e questo causerà una crisi di coscienza che avrà ripercussioni anche nella sua attività artistica.

Al termine della guerra si dedica agli studi d’arte e consegue il diploma all’Accademia delle belle arti nel ’52 a Dusseldorf.

Sempre in questa accademia Beuys all’inizio degli anni 60 ottiene una cattedra di scultura monumentale fino al 1972, quando subisce il licenziamento per avere indetto uno sciopero.

Beuys entra a far parte dei membri più attivi del Fluxus, movimento tipico degli anni sessanta che cerca di combinare differenti forme artistiche.

Joseph Beuys ha coniugato l’impegno politico alla sua attività di artista e questo fa di lui una delle figure più rilevanti del ‘900.

Ha partecipato a differenti rassegne internazionali quali differenti edizioni della Documenta di Kassel e della Biennale di Venezia.

Il vero e proprio successo come artista internazionale viene raggiunto nel 1979 quando il Guggenheim di New York gli dedica una grande retrospettiva.

Joseph Beuys muore nel 1986 a Dusseldorf e le sue opere fanno parte delle più importanti collezioni private del mondo.

Opere di Joseph Beuys

In tutte le opere di Joseph Beuys c’è una costante ricerca di armonia con sè stesso, con gli uomini e la natura.

Per l’artista l’uomo possiede un’energia molto particolare con cui è in grado di modificare il mondo.

Con le sue opere, Beuys desidera creare una consapevolezza critica in chi ne fruisce e generando nell’osservatore una percezione individuale della consistenza delle opere d’arte.

Joseph Beuys realizza anche una serie di opere ambientali, dato il suo interesse per l’ecologia.

La sua opera artistica è caratterizzata prevalentemente da happening e da azioni, che si oppone completamente al padre di uno dei movimenti che divenne emblematico in questi anni: la Pop Art di Andy Warhol.

Un altro aspetto importante del pittore Joseph Beuys era il modo con cui intendeva la performance: infatti, si cercava di trasmettere il valore simbolico dell’azione e generare una gerarchia tra spettatore e performer.

Uno dei suoi più importanti progetti è sicuramente quello delle 7000 querce. Si tratta di un lavoro che viene realizzato nel 1982 e che viene invitato a partecipare a Documenta per la sua originalità.

Per la sua realizzazione deve aspettare qualche anno, addirittura dopo la sua morte.

L’artista tedesco Beuys aveva disposto davanti al Museo Fredericiano 7000 lastre di basalto, le quali venivano adottate da chiunque lo volesse, e il denaro ricavato da questo gesto serviva ad acquistare le querce.

Da questa sua iniziativa si avviò il più importante progetto di Beuys: Difesa per natura.

Un’altra famosissima opera di Beuys è I like America and America likes me”.

In questo caso l’opera d’arte è la performance stessa, visibile integralmente solo da chi nel 1974 era a New York, ma sono ancora presenti degli spezzoni alla Tate Gallery di Londra o su internet.

L’opera consiste in una performance in cui Beuys, rivestito di coperta e provvisto di bastone, si trova in una stanza insieme ad un coyote per tre giorni.

La performance si focalizza sul rapporto dell’artista con il coyote e come si modifica nel corso dei tre giorni. Essa vuole simboleggiare la riconciliazione tra natura e cultura.

 —