Henri Matisse

Acquisto o vendita di opere alla corretta quotazione

Prezzi, quotazioni e battute d'asta delle opere di Henri Matisse

COMPRARE UN'OPERA D'ARTE O VENDERLA GENERA I SEGUENTI TIMORI

  • il prezzo sarà congruo? 
  • avrò una adeguata privacy? 
  • le certificazioni e la provenienza dell'opera sono corrette? 
  • avrò problemi con trasporti, assicurazioni e transazione finanziaria?

Deodato Arte pone al primo posto la trasparenza, in quanto non ha fretta di crescere ulteriormente, ma ha necessità di crescere grazie a te. L'azienda ha uno stretto regime di privacy e di protezione dei dati,  solamente una persona seguirà il rapporto con te.

Compila il form indicando cosa stai cercando o cosa vorresti vendere.

Se non vuoi essere ricontattato e vuoi solo il report quotazioni gratuito è sufficiente che tu scriva "solo report"

Deodato Salafia
fondatore di Deodato Arte e deodato.com

Modulo per ricevere SUBITO il report con quotazioni asta





Biografia di Henri Matisse

Matisse è uno degli artisti più significativi del XX secolo, conosciuto anche come l’artista della gioia di vivere.

Henri Matisse nacque a Chateau-Chambrésis, città della Francia del Nord conosciuta per la lavorazione tessile, il 31 dicembre 1869 in una famiglia di tessitori.

Una volta ultimati gli studi, inizia a lavorare in uno studio legale e nel tempo libero frequenta lezioni in un istituto d’arte.

Henri Matisse pittore inizia la sua attività artistica nel 1890, anno in cui essendo costretto a letto, si dedica alla composizione di alcune nature morte.

Nel 1891 si trasferisce a Parigi, dove frequenta lo studio di Gustave Moreau, suo docente alla Scuola di Belle Arti.

Sono anni molto intensi in cui affina le sue conoscenze artistiche ed Henri Matisse mostra anche interesse per la cultura e le tendenze orientali.

Ha contatti con molti artisti impressionisti, ma si discosta ben presto dal loro lavoro e dal loro linguaggio.

Nel 1905 l’artista Henri Matisse partecipa al Salon d’Automne, esposizione annuale organizzata a Parigi a partire dal 1903 in alternativa al Salon Ufficiale.

Tra stupore e critica, inizia il successo artistico di Matisse, che lo farà avvicinare alla corrente pittorica francese dei Fuaves, che rappresenta la prima rottura con l’Impressionismo.

Si tratta di un movimento artistico francese che venne teorizzato per la prima volte nel 1905 in cui veniva utilizzata una particolare tecnica del colore e Matisse fu sicuramente uno dei capifila di questa nuova tendenza.

In questi anni Matisse inizia anche ad interessarsi all’arte africana, in particolare alla scultura e alle sue linee.

Nel 1911 va a Mosca per l’allestimento dei pannelli della Danza e della Musica nella residenza di Sčukin, imprenditore e collezionista russo.

Questo viaggio diventa l’occasione per conoscere ed entrare in contatto con importanti personalità russe.

Nel 1920 progetta scene e costumi per Le chant de russignol dei balletti russi e l’anno successivo realizza la serie delle Odalische, donne dalla fisicità prorompente inserite in ambienti molto eleganti.

Saranno riprese successivamente da artisti come Delacroix, Ingres e Renoir.

La ricerca pittorica di Henri Matisse continuerà per tutta la vita attraversando diverse esperienze, come quelle che lo avvicinano al Cubismo e all’Astrattismo.

Matisse si avvicina anche all’attività di collezionista.

Con la vendita dell’anello di fidanzamento della moglie, riesce ad acquistare: le tre bagnanti di Cezanne, i disegni di Van Gogh e di Gauguin e il busto di Henri De Rochefort di Rodin.

Trascorre i suoi ultimi anni in Costa Azzurra, nei pressi di Nizza.

Nel 1941 gli fu diagnosticato un cancro all’intestino e fu sottoposto ad un intervento chirurgico, che lo costringerà per gli anni successivi sulla sedia a rotelle.

Henri Matisse muore a Nizza il 3 Novembre 1954.

Le Opere di Henri Matisse

La parola chiave per comprendere l’arte delle Opere di Henri Matisse è sicuramente colore.

Proprio questo aspetto lo contraddistingue e lo rende uno dei capifila del movimento dei Fauves, una corrente che era caratterizzata da un colore steso con tonalità pure e le immagini che si ottenevano erano sempre autonome rispetto all’aspetto circostante.

Questo per l’artista Matisse era un modo per mostrare le proprie pulsioni interiori e il proprio stato d’animo.

L’uso del colore è intenso e vivace, e rievocano molte immagini legate alle terre e alla cultura orientale.

Secondo Matisse e questo gruppo di artisti, il colore non deve corrispondere esattamente alla realtà, ma deve avere un valore più personale e soggettivo.

I colori predominanti delle Opere di Matisse sono: il rosso vivace, il giallo, i viola e i blu; il nero è una presenza fondamentale per contrasto agli altri colori più intensi.

Attraverso l’utilizzo del colore, Matisse, più di chiunque altro, vuole esprimere il lato gioioso della vita che trova nell’arte il suo momento più rasserenante.

Il percorso artistico dell’artista ci permette di trovare di Henri Matisse Opere caratterizzate da una continua ricerca sperimentale con cui vuole combattere le convenzioni artistiche occidentali per ritrovare la purezza primitiva e primordiale.

 

Dipinti di Matisse: la Gioia di Vivere

Il Dipinto di Henri Matisse “la Gioia di Vivere è un olio su tela che viene realizzato e presentato nel 1906 al “Salone degli Indipendenti” e viene conservato a Merion, presso la Barnes Foundation.

Matisse in questa opera realizza una composizione piatta, senza volumi con tinte molto accese tipiche dei Fauves.

Nell’opera “la Gioia di Vivere” Henri Matisse prende soggetti sono ispirati alle bagnanti di Cezanne, ma fu accolto negativamente dalla critica.

Con questo dipinto, con le sue tonalità e i suoi soggetti, Matisse vuole abbandonare l’aspetto più cupo della realtà per omaggiare la gioia della vita che, secondo lui, ha il suo culmine con l’arte.

Inoltre l’artista con questa opera vuole rappresentare la perfetta armonia di uomo e natura.

Vengono rappresentati dei nudi femminili dipinti senza tenere conto dei loro colori realistici, che coincide con uno dei caratteri più importanti dell’espressionismo.

Sullo sfondo Henri Matisse pone il motivo circolare del girotondo, che verrà rappresentato nel suo capolavoro “La danza”.

A partire da questo dipinto, Matisse, Pittore, inizierà a privare del volto i suoi soggetti per un’influenza orientale.

Preferiva la rappresentazione di tratti stereotipati, valorizzando l’aspetto decorativo e l’uso del colore, piuttosto che l’identità del soggetto.

Scopri tutte le Opere di Henri Matisse che puoi acquistare sul nostro e-Commerce d’arte

 

Henri Matisse : Quotazioni, Prezzi e Battute d’Asta

Matisse è uno degli artisti più conosciuti del 900 e uno dei maggiormente quotati all’asta.

Possiamo infatti trovare di Henri Matisse Quotazioni di battute all’asta che sfiorano cifre milionarie, dando molto prestigio alla casa e al suo acquirente.

I record all’asta si intravedono a partire dal 2009: durante l’asta organizzata da Christie’s al Grand Palais venne venduto un pezzo della collezione di Yves Saint Laurent.

Questa opera è stata stimata ed aggiudicata ad un prezzo di 32 milioni di euro, raggiungendo un vero e proprio record d’asta, dal momento che mai prima di questo momento era stato raggiunto un risultato simile.

Un altra importante cifra record viene raggiunta dall’odalisca dipinta da Matisse nel 1923.

Essa viene stimata ad una cifra pari a 50 milioni di dollari ma in battuta all’asta raggiunse una quotazione di 80.750.000 dollari.

 —