Bruno Munari

Acquisto o vendita di opere alla corretta quotazione

Prezzi, quotazioni e battute d'asta delle opere di Bruno Munari

COMPRARE UN'OPERA D'ARTE O VENDERLA GENERA I SEGUENTI TIMORI

  • il prezzo sarà congruo? 
  • avrò una adeguata privacy? 
  • le certificazioni e la provenienza dell'opera sono corrette? 
  • avrò problemi con trasporti, assicurazioni e transazione finanziaria?

Deodato Arte pone al primo posto la trasparenza, in quanto non ha fretta di crescere ulteriormente, ma ha necessità di crescere grazie a te. L'azienda ha uno stretto regime di privacy e di protezione dei dati,  solamente una persona seguirà il rapporto con te.

Compila il form indicando cosa stai cercando o cosa vorresti vendere.

Se non vuoi essere ricontattato e vuoi solo il report quotazioni gratuito è sufficiente che tu scriva "solo report"

Deodato Salafia
fondatore di Deodato Arte e deodato.com

Modulo per ricevere SUBITO il report con quotazioni asta





Biografia di Bruno Munari

Bruno Munari è uno dei principali e sicuramente il più eclettico degli artisti e designer del XX secolo, oltre ad essere uno degli esponenti di punta dell’arte cinetica.

L’artista, designer e pittore Bruno Munari nasce nel 1907 a Milano, città dove abitò stabilmente per tutta la sua vita.

Nel 1927 Munari aderì al movimento del Futurismo, grazie al quale entrò in contatto per personalità del calibro di Marinetti e Giacomo Balla.

Alla corrente artistica Munari dedicherà la propria attività di sperimentazione, declinandola in ogni sua forma e prestando un’attenzione particolare anche per il mondo dei bambini e dei giochi.

Bruno Munari Pittore partecipa a numerose collettive futuriste ed espone alla Galleria Pesaro di Milano, la Biennale di Venezia e alla Quadriennale di Roma e di Parigi.

Lavora per molto tempo nel mondo della grafica e collabora con brand del calibro di Campari, e anni più tardi ottiene anche un impiego in Mondadori.

Parallelamente alla attività ed ai progetti editoriali, Bruno Munari diventa celebre con la serie dei Negativi Positivi ma soprattutto delle Macchine Inutili, che definisce oggetti mobili colorati, appositamente studiati per ottenere quella determinata varietà di accostamenti, di forme e di colori.

Nel 1948 Munari è fondatore del il MAC (Movimento Arte Concreta) assieme ad alcuni colleghi artisti.

Il movimento creato appunto da Bruno Munari integra tutte le istanze astrattiste italiane.

Questo consente di avere una sintesi delle arti con la capacità di unire la tradizionale pittura a nuovi strumenti di comunicazione dimostrando un possibile connubio tra arte e tecnica.

Bruno Munari diventa uno dei personaggi più eclettici del mondo dell’arte in un contesto completamente industriale, nel 1954 espone al MoMA con la mostra Munari’s Slides.

Bruno Munari si spegne il 30 settembre del 1998 e viene sepolto presso il Cimitero Monumentale di Milano.

Le Opere di Bruno Munari

Con le sue opere Bruno Munari è uno dei protagonisti dell’arte cinetica e programmata ma si distacca per la molteplicità della sua attività artistica, che spazia dalla pittura, scultura, grafica, disegno industriale, cinematografia e scrittura, e per la sua grande creatività ed arte assai raffinata.

La produzione dell’artista più volte è definita “vulcanica”, appare in più di 200 mostre personali e circa 400 collettive.

Nel 1930 Bruno Monari crea le sue opere meglio conosciute, Macchine Inutili, vere opere astratte sviluppate nello spazio che coinvolgono l’ambiente circostante, come ad esempio macchina aerea (1930) o la tavola tattile (1931).

L’Artista Bruno Monari prosegue dedicandosi anche alla scritture con la produzione dei libri illeggibili, in cui le parole scompaiono lascando spazio alla fantasia di coloro che immaginano, realizzati riempendo le pagine di fori, strappi e colori sovrapposti.

La produzione delle Opere di Munari continua con la realizzazione di alcune copertine per la rivista Domus, riconducibili all’arte concreta, secondo cui il soggetto dell’opera è la pittura stessa con colori e forme liberamente inventati. Le forme sono autonome e non appartenenti alla realtà.

Munari fu influenzato poi dalla pittura dell’artista minimalista olandese Mondrian attraverso la presenza di forme elementari, asimmetria della composizione e molto spazio bianco che ritroviamo nei lavori degli anni 50.

Conosciuto anche come Designer, Bruno Monari si occupa successivamente anche dell’allestimento di vetrine e progettazione di oggetti d’arredamento anche per il design industriale. Nel 1953 realizza le vetrine dei grandi magazzini milanesi La Rinascente.

Bruno Munari: Quotazioni, Prezzi e Battute d’Asta

Le opere dell’artista italiano riscuotono sempre grande successo tra il piccolo e grande pubblico.

Infatti possiamo trovare per Bruno Monari Quotazioni al di sopra la media delle stime fatte precedentemente.

Nel 2016 a Milano con la vendita di un’opera della serie Macchine Inutili, Munari si aggiudica la cifra record al prezzo di 152.000 €, cancellando il precedente record stabilito dallo stesso di 40.000 € per un suo Positivo Negativo venduto solo due settimane prima a Vienna.

 

 —