Aldo Mondino

Acquisto o vendita di opere alla corretta quotazione

Prezzi, quotazioni e battute d'asta delle opere di Aldo Mondino

COMPRARE UN'OPERA D'ARTE O VENDERLA GENERA I SEGUENTI TIMORI

  • il prezzo sarà congruo? 
  • avrò una adeguata privacy? 
  • le certificazioni e la provenienza dell'opera sono corrette? 
  • avrò problemi con trasporti, assicurazioni e transazione finanziaria?

Deodato Arte pone al primo posto la trasparenza, in quanto non ha fretta di crescere ulteriormente, ma ha necessità di crescere grazie a te. L'azienda ha uno stretto regime di privacy e di protezione dei dati,  solamente una persona seguirà il rapporto con te.

Compila il form indicando cosa stai cercando o cosa vorresti vendere.

Se non vuoi essere ricontattato e vuoi solo il report quotazioni gratuito è sufficiente che tu scriva "solo report"

Deodato Salafia
fondatore di Deodato Arte e deodato.com

Modulo per ricevere SUBITO il report con quotazioni asta





Biografia di Aldo Mondino

Aldo Mondino è uno degli artisti più eclettici del suo periodo, soprattutto nell’ambito post-moderno italiano.

Mondino nasce a Torino nel 1938 e muore prematuramente nel 2005 colpito da un infarto.

Nel 1959 si trasferisce a Parigi dove frequenta l’Atelier dell’artista surrealista William Heyter e studia la tecnica del mosaico sotto la guida del grande Gino Severini.

Possiamo trovare di Aldo Mondino opere d’arte che si basano su una ricerca che fa riferimento alle avanguardie storiche: infatti richiamano il Surrealismo, il Dada, fino a raggiungere il Pop e il Concettuale.

Viene definito eclettico proprio perché non ha uno stile o un linguaggio definito, ma mescola stili, genere e materiali dei più inusuali e particolari.

Negli anni sessanta è di vitale importanza l’incontro di Aldo Mondino con il gallerista Gian Enzo Sperone, proprio nella sua galleria organizza la sua prima mostra personale.

Per un periodo, oltre a dedicarsi alla pittura, realizza molte sculture di bronzo, vetro, ceramica ma anche materiali più particolari come installazioni al neon, tappeti e cioccolato.

Nel ’93 ad Aldo Mondino viene dedicata una sala, in occasione della Biennale di Venezia.

Qui Mondino presenta al pubblico opere di grandi dimensioni con soggetti dei dervisci che danzano, uno dei soggetti preferiti di questi anni;

In quell’occasione c’erano dei veri danzatori che si esibirono davanti al pubblico.

Nel 1999 vengono organizzate due importanti mostre di Aldo Mondino in Italia: la prima viene organizzata a Milano, presso la Galleria 1000eventi, mentre la seconda ha luogo a Roma, presso la Galleria Sperone.

La caratteristica comune di queste mostre era la presenza dei cioccolatini prodotti dalla Peyrano, fabbrica di cioccolato torinese.

Nel 2000 Mondino compie un viaggio in India. Qui organizza una esposizione alla Birla Academy di Calcutta titolata Flovers.

Le opere di Aldo Mondino fanno parte delle più importanti collezioni permanenti dei più importanti musei nazionali ed internazionali, oltre a importanti collezioni private.

Opere di Aldo Mondino

La figura è il carattere centrale e più importante delle Opere di Aldo Mondino, al centro della sua poetica.

Ciò che lo rende un artista così poliedrico fu la sua cultura e conoscenza del mondo e anche il fatto che, nonostante il suo successo nel corso degli anni Mondino non ha mai smesso di reinventare se stesso e la sua arte.

Muove i primi passi in ambito francese, dove, presso l’atelier di William Heyter, si avvicina ai caratteri dell’arte surrealisti.

Il vero successo viene però raggiunto negli anni settanta con la serie di Opere di Aldo Mondino King, ma soprattutto con l’indimenticabile serie dei Dervisci.

I soggetti che sono presenti nelle sue opere sono realizzati con tecniche e materiali dei più disparati.

I viaggi in Oriente furono di ispirazione per le opere di Aldo Mondino e per il suo linguaggio stilistico che, a poco a poco, prendeva forma.

Fu un artista fuori dal suo tempo: Mondino riuscì a trasformare il quotidiano in opera d’arte, sia attraverso una sua visione del mondo e una propria cultura, ma anche un linguaggio, uno stile e l’utilizzo di materiali e strumenti innovativi.

Archivio Aldo Mondino

L’archivio di Aldo Mondino viene costituito nel 2006 ad opera di suo figlio, Antonio Mondino.

Si avvale di volta in volta di critici e storici dell’arte esperti della vita e dell’operato di Aldo Mondino, mentre è presente un comitato scientifico per il rilascio delle autentiche e l’archivazione delle opere. Nell’archivio sono presenti 2900 opere di Mondino.

 —