Fernandez Arman

Acquisto o vendita di opere alla corretta quotazione

Prezzi, quotazioni e battute d'asta delle opere di Fernandez Arman

 

COMPRARE UN'OPERA D'ARTE O VENDERLA GENERA I SEGUENTI TIMORI

  • il prezzo sarà congruo? 
  • avrò una adeguata privacy? 
  • le certificazioni e la provenienza dell'opera sono corrette? 
  • avrò problemi con trasporti, assicurazioni e transazione finanziaria?

Deodato Arte pone al primo posto la trasparenza, in quanto non ha fretta di crescere ulteriormente, ma ha necessità di crescere grazie a te. L'azienda ha uno stretto regime di privacy e di protezione dei dati,  solamente una persona seguirà il rapporto con te.

Compila il form indicando cosa stai cercando o cosa vorresti vendere.

Se non vuoi essere ricontattato e vuoi solo il report quotazioni gratuito è sufficiente che tu scriva "solo report"

Deodato Salafia
fondatore di Deodato Arte e deodato.com

Modulo per ricevere SUBITO il report con quotazioni asta







Biografia di Fernandez Arman

Arman Fernandez nasce nel 1928 a Nizza, figlio di un antiquario e una violoncellista. Studia alla Scuola di Arti Decorative di Nizza, per poi approdare alla Scuola del Louvre.
Nel 1954 espone nella prima mostra personale a Parigi e presenta i Cachets, delle opere su carta realizzate mediante l’uso di timbri ripetuti quasi in maniera ossessiva. Stesso concetto lo abbiamo per le Allures, nelle quali però troviamo tracce di colore e impronte lasciate da oggetti appoggiati sulla superficie dell’opera, trasformandoli in strumenti pittorici. Nel 1960 Arman firma il manifesto del Nouveau Réalisme assieme a Klein, Martial Raysse e Jean Tinguely. Questo movimento si propone di rappresentare l’uomo attraverso gli oggetti di uso quotidiano, come telefoni, scarpe, orologi… L’anno seguente inaugura i colères, oggetti fatti a mano che distrugge e poi assembla in pannelli di legno. Inoltre, le sue tele spesso presentano strumenti musicali rotti e poi montati sulla tela.
Gli oggetti diventano essi stessa un’opera d’arte, come già era successo nel periodo Dada, dal quale però si ha un distacco concettuale. Non sono semplicemente esposti come simbolo dissacrante della tradizione artistica, ma sottoposti a un’azione distruttiva e invasiva, la medesima che la società esercita sui valori e sulla visione dell’uomo contemporaneo.
Arman muore nel 2005.

 

Le Opere di Fernandez Arman

 —