Alexander Calder

Acquisto o vendita di opere alla corretta quotazione

Prezzi, quotazioni e battute d'asta delle opere di Alexander Calder

COMPRARE UN'OPERA D'ARTE O VENDERLA GENERA I SEGUENTI TIMORI

  • il prezzo sarà congruo? 
  • avrò una adeguata privacy? 
  • le certificazioni e la provenienza dell'opera sono corrette? 
  • avrò problemi con trasporti, assicurazioni e transazione finanziaria?

Deodato Arte pone al primo posto la trasparenza, in quanto non ha fretta di crescere ulteriormente, ma ha necessità di crescere grazie a te. L'azienda ha uno stretto regime di privacy e di protezione dei dati,  solamente una persona seguirà il rapporto con te.

Compila il form indicando cosa stai cercando o cosa vorresti vendere.

Se non vuoi essere ricontattato e vuoi solo il report quotazioni gratuito è sufficiente che tu scriva "solo report"

Deodato Salafia
fondatore di Deodato Arte e deodato.com

Modulo per ricevere SUBITO il report con quotazioni asta







Biografia di Alexander Calder

Alexander Calder (1898-1976) nasce in una famiglia di artisti: il padre è uno scultore e la madre una pittrice; da subito viene incoraggiato nel portare avanti la sua passione per l’arte e già da bambino mostra un evidente talento nel maneggiare i materiali. Ciononostante non intraprende la carriera artistica e decide di laurearsi in ingegneria. In uno dei tanti lavori svolti una volta conseguita la laurea, trovandosi su una nave a dormire in coperta vede la scena che lo fa propendere per una diversa scelta di vita e che continuerà a rievocare per tutta la sua esistenza: una splendida alba e una luminosa luna piena.

Poco dopo questo avvenimento, nel 1923, si trasferisce a New York e comincia a frequentare la Art Students League e contemporaneamente la “National Police Gazette” lo assume come disegnatore; proprio per conto di questa nel 1925 segue alcuni circhi e ne disegna le esibizioni, sviluppando un interesse per il mondo del circo che lo accompagnerà per tutta la vita.

Capisce che il ferro è il materiale che fa per lui, quindi comincia a usarlo per ritrarre personaggi di spicco del suo tempo. Nel 1928 la sua fama di scultore e inventore è ormai diffusa e arrivano anche le prime personali; inoltre fa la conoscenza di artisti e intelletuali molto famosi e una visita allo studio dell’amico Piet Mondrian lo porta a una breve fase come pittore astrattista, terminata ben presto con un ritorno all’amata scultura.

Nel 1931 arriva la vera svolta nel percorso artistico di Calder, perchè crea la sua prima scultura cinetica, che dà il via a un genere artistico completamente nuovo.

Più avanti si butta nelle sculture di grandi dimensioni, preludio del successivo lavoro su grande scala per le opere di carattere pubblico.

La penuria di materiali causata dalla Seconda Guerra Mondiale lo porta sempre più a lavorare con il legno, dando origine alla serie di sculture definite costellazioni, nelle quali gli elementi scolpiti nel legno erano poi ancorati con il filo di ferro.

La sua carriera è, fino alla fine, costellata di successi e grandi collaborazioni.

 

Le Opere di Alexander Calder

 —