Blog

Gucci e Warhol, Do It Yourself!

Andy Warhol, Coca Coca printed

Alessandro Michele, nuovo Art Director della maison fiorentina ha lanciato un nuovo servizio: Do it yourself!

Gucci, Do it yourself, 2016
Gucci, Do it yourself, 2016

Potendo customizzare un capo sartoriale con tessuti scelti ad hoc dal cliente finale, Gucci ha voluto creare pezzi che diventano opere d’arte uniche, che coinvolgono l’acquirente nel processo di creazione!

Gucci, Blind for love, 2016
Gucci, Blind for love, 2016

 

Michele ha attualizzato rendendo 2.0 un concetto d’arte già proposto dal lungimirante Warhol negli anni ’80. La Sunday B. Morning con la scritta “Fill in your own signature” apposta al retro dell’opera concepita da Warhol coinvolgeva allo stesso modo l’acquirente, rendendolo parte attiva del “gioco”.

L’oggetto quindi da prodotto in serie diviene unique piece, opera che diviene inimitabile nei suoi dettagli e che si contraddistingue per avere al suo interno il tratto unico della persona che poi la possederà. 

 

 

Warhol, SBM, Cream of Mushroom
Warhol, SBM, Cream of Mushroom

Andy Warhol ha detto delle lattine di zuppa Campbell che sono stata la sua miglior creazione. Della zuppa di pomodoro Campbell ha detto: “l’ho usata per bere. L’ho usata come pranzo ogni giorno, per 20 anni, più e più volte”. Il suo lavoro in precedenza nella pubblicità lo ha ispirato, e la Campbell Soup in particolare, ha simboleggiato più di ogni altro il prodotto in serie. Ma ponendo al retro la firma del possessore, ne ha stravolto il significato e il suo stesso status!

Ieri come oggi dunque l’arte riesce a coinvolgere sia i “seriali” che i profani, creando un circuito di interesse sempre molto power!

 

 

Did you like this? Share it!

0 comments on “Gucci e Warhol, Do It Yourself!

Comments are closed.