Blog

TOMOKOMANIA e l’invasione delle “Ultime Cene”

Tomoko Nagao Street Artist
Tomoko Nagao in Kimono Giapponese
Tomoko Nagao in Kimono

Ormai non è più una novità: il mondo è stato totalmente conquistato dalle meravigliose e alternative tendenze nipponiche.

Il Giappone ha da sempre affascinato la popolazione occidentale e quest’ultima ha finito non solo per innamorarsene, ma per cavalcare nettamente quest’onda di tendenza che la stava travolgendo, creandone un mito. Anche, e soprattutto, l’Arte, si è trovata coinvolta in questo vortice di passione nipponica.

Quindi, Sushi a parte, c’è qualcos’altro che non possiamo fare a meno di notare: Arte Giapponese ovunque! Provate a passeggiare per il centro di Milano…tra storici palazzi, cultura e profumi, non si può fare a meno di notare influenze giapponesi ovunque.

Ad un occhio più attento, non sfugge il nome che sta travolgendo, dalla città meneghina agli altri continenti, la vita culturale delle persone. L’artista giapponese TOMOKO NAGAO sta conquistando il mondo. Come? Con semplicità, passione e dedizione, da cui noi occidentali possiamo solo imparare.

Da Nagoya, nota città del Giappone, Tomoko è diventato un nome internazionale, grazie alla sua Arte Pop, ovvero popolare, originale e alternativa.

Risultato? L’ULTIMA CENA di TOMOKO è sulla bocca di tutti, dallo studente del liceo che la posta su Facebook, al manager che la regala al suo collega a Natale, alla coppia che l’appende nella sua casa nuova, alla moglie che la regala al marito per l’anniversario.

L’ULTIMA CENA è per tutti, di tutti e con tutti. 

Tomoko Nagao, Ultima Cena di Leonardo con McDonald
Tomoko Nagao, the Last Supper with MC. Leonardo da Vinci-The Last Supper with MC, easyjet, coca-cola, nutella, esselunga, IKEA, google and Ladygaga ©TOMOKO NAGAO 2016

E… pensate un po’… anche degli altri artisti, che guardano TOMOKO con ammirazione, incredulità e un pizzico di sana invidia: miriadi di ULTIME CENE, rivisitate in chiave pop, street, abstract, punk sono spuntate fuori come funghi. Tutti cavalcano l’onda lanciata da TOMOKO, che non è certo stata la prima ad utilizzare la famosa opera Vinciana, ma per prima ha riattualizzato secondo la società contemporanea del consumo di massa, le più grandi opere della storia dell’arte.

Si trovano rivisitazioni delle più famose opere d’arte in tutte le salse, che sperano di assaggiare anche solo una piccola parte dell’incredibile riscontro che ha travolto Tomoko.

Tomoko Nagao Street Artist
Tomoko Nagao nasce street artist. Scopri di più alla Deodato Arte | www.deodato.com

Ma ciò le porta ancora più merito. Perché dietro alla sua rivisitazione dell’ULTIMA CENA, c’è molto di più! Ci sono anni di studi, di ricerche difficili e nascoste, interviste a personaggi illustri, studi psicologici, minuziosi particolari, tecniche digitali sopraffine…il tutto condito da un’irrefrenabile passione per la storia che ha contribuito a cambiare il mondo! Non una copia o una banale rivisitazione, ma una creazione di un pensiero umile, fine a se stesso e senza pretese, ma che poi, ha scardinato ogni barriera.

L’ULTIMA CENA di TOMOKO NAGAO travolge tutti, anche quella simpatica ed inevitabile nicchia di emulazione, che contraddistingue ogni cosa, evento o persona destinata a cambiare il mondo.

 

La Japanese Pop Art alla Deodato Arte ha un posto molto importante. Christian Gangitano, curatore indipendente ed esperto di arte pop giapponese, ce ne offre gli scenari di riferimento. Scoprili cliccando qui.

 

 

 

 

 

 

Did you like this? Share it!

0 comments on “TOMOKOMANIA e l’invasione delle “Ultime Cene”

Comments are closed.