Blog

Gorilla, between Artheline and King Kong

Il 2 marzo 1933 si svolgeva a New York la premiere del kolossal King Kong, prodotto e diretto da Merian C. Cooper ed Ernest B. Shoedsack. Un grandissimo evento cinematografico, eletto in seguito come uno dei massimi capolavori nella storia del cinema.

King Kong Premiere, New York City, 1933
King Kong Premiere, New York City, 1933

King Kong è, infatti, una sapiente e straordinaria combinazione di elementi narrativi avventurosi, romantici e fantastici, unita ad una serie di nuovissime introduzioni cinematografiche, all’epoca rivoluzionarie, che impiegarono le nuovissime tecnologie di montaggio, effetti speciali e messa in scena.

Il film fu subito campione di incassi e la sua attualità è sorprendente: a guardarlo oggi, infatti, colpiscono gli altissimi livelli raggiunti nel 1933 in termini di montaggio, scenografia, effetti speciali e delle possibili interpretazioni che il film suggerisce, quali il tema politico e sociale della diversità.

King Kong, 1933
King Kong, 1933

L’attrice Fay Wray sulla sua collaborazione in King Kong:

“Quando Merian C. Cooper mi disse che come protagonista maschile del film avrei avuto l’attore più alto e più scuro che ci fosse mai stato ad Hollywood, pensai che si riferisse a Cary Grant… Ma poi cominciò a illustrarmi l’idea di King Kong…”
Fay Wray

Il protagonista maschile del film è, infatti, un enorme gorilla, King Kong, che vive, venerato dagli indigeni, su un’isola sconosciuta, sulla quale giunge un produttore cinematografico con la sua troupe. Fra questi giunge anche una ragazza, che viene rapita dal gorilla, ma cui concede la grazia, nonostante le macabre tradizioni locali. Il gorilla viene poi imprigionato e portato a New York, dove rincontrerà la ragazza.

Gorilla, Arnaud e Adeline Nazare-Aga
Gorilla, Arnaud e Adeline Nazare-Aga

Un gorilla in posizione zen e dai colori vivaci e pop è anche il protagonista della nuova collezione del brand Artheline, che noi di Deodato Arte possediamo in grande esclusiva.

Tutte le opere di Arnaud e Adeline Nazare-Aga, creatori di Artheline, francese lui, filippina lei, sono sculture di svariate dimensioni, dalle linee morbide e sinuose e dai colori sgargianti e pop, prodotte e dipinte a mano, in strati di resina, polvere di marmo e fibra di vetro.

Gorilla, Arnaud e Adeline Nazare-Aga
Gorilla, Arnaud e Adeline Nazare-Aga
Gorilla, Arnaud e Adeline Nazare-Aga
Gorilla, Arnaud e Adeline Nazare-Aga

Il soggetto del Gorilla è solo uno dei tanti animali e personaggi che fanno parte del ventaglio di sculture creative che i due top artist propongono: hippo, whale, ballerine e sumo sono ormai conosciuti in tutto il mondo e, grazie a noi, anche in Italia ora sono ricercatissimi.

Secondo i due artisti, queste sculture dalle forme dolci, lisce e colorate, hanno il compito di infondere gioia ed elevare l’umore di tutti coloro che le osservano.

“Il nostro lavoro porta stelle negli occhi del pubblico. Desideriamo contribuire alla ricerca universale della felicità”
Arnaud e Adeline Nazare-Aga

[product ids=”1604″]

#DeodatoArte

 

Did you like this? Share it!

0 comments on “Gorilla, between Artheline and King Kong

Comments are closed.